Controllo degli odori

Biogas
6 Settembre 2019
Trattamento delle acque reflue
6 Settembre 2019
Composti odorosi come COV (composti organici volatili), H 2 S e acidi grassi volatili (VFA), possono essere trovati nella ventilazione della cucina e in una vasta gamma di settori diversi. Sebbene gli odori non impongano necessariamente problemi di salute fisica, i mal__odori disturbano l'ambiente circostante, causando lamentele verso la fonte.

I COV odorosi possono provenire dalla decomposizione microbica o termica della materia organica, che è un processo comune nelle fabbriche di birra , negli impianti di trattamento delle acque reflue , nelle cucine e nelle industrie alimentari.

Le fonti di emissione di H 2 S sono simili a quelle dei COV, con la principale differenza della presenza di composti di zolfo nel substrato di origine. Ad esempio, il materiale organico nelle industrie alimentari e negli impianti di trattamento delle acque reflue contiene una significativa concentrazione di composti di zolfo, che porta a emissioni di H 2 S. L'H 2 S è anche comune nelle fabbriche di birra, negli impianti di produzione di biogas , a causa della riduzione anaerobica dei composti dello zolfo nei bioreattori o nei digestori.

Il naso umano e la percezione degli odori

Il naso umano si è evoluto nel corso dei millenni sviluppando sensibilità diverse per composti diversi. Ad esempio, il naso ha un'altissima sensibilità verso i composti emessi dalla materia organica in decomposizione. In questo modo, l'ingestione di cibo in decomposizione potrebbe essere evitata nel corso della storia, prevenendo le malattie associate. Il cibo in decomposizione emette composti di zolfo come H 2 S e COV come aldeidi e acetato di esile. Pertanto, non sorprende che il naso umano sia in grado di rilevare le concentrazioni di tracce di questi composti, come mostrato nella tabella seguente. D'altra parte, il naso è meno sensibile ai composti non emessi naturalmente come per esempio il toluene.

Esempi di composti odorosi, carattere e soglia degli odori in ppm
Esempi di composti odorosi, carattere e soglia degli odori in ppm

Composto

Carattere

Soglia olfattiva [ppm]

Metil mercaptano

Cavolo cariato, aglio

0.002

H 2 S

Uovo marcio

0.01

acetaldeide

fruttato

0.05

Acetato di esile

Dolce mela verde fruttato o banana

0,12

Formaldeide

Acido, soffocante

0,80

toluene

Dolce, piccante

2.90


Come mostrato nella tabella sopra, la concentrazione alla quale gli odori risultano essere un problema è nell'ordine di grandezza di parti per milione (ppm) e in alcuni casi anche inferiore. Pertanto, le emissioni di odori sono particolarmente difficili da trattare, poiché il sistema di purificazione deve avere prestazioni molto elevate. Inoltre, quando l'odore viene emesso in uno spazio aperto, il problema è più complesso, poiché i valori degli odori sono influenzati da agenti esterni come le condizioni atmosferiche.

LE SOLUZIONI JUNOXY PER LA RIMOZIONE DEGLI ODORI

JunOxy ha sviluppato diverse soluzioni per risolvere i problemi di odore in molteplici applicazioni. In base alla situazione del caso e ai requisiti dei clienti, selezioniamo e progettiamo la soluzione più efficiente per rimuovere gli odori sgradevoli. Ogni soluzione può essere composta da un singolo stadio di ozono o da un sistema a più stadi. Una panoramica delle prestazioni delle soluzioni JunOxy per la rimozione degli odori è mostrata nella figura seguente.
Controllo degli odori
Confronto delle soluzioni di JunOxy per la rimozione degli odori

Soluzione di ozono a stadio singolo - RENA Pro

In molti casi, una soluzione di ozono a stadio singolo ha già una grande riduzione delle emissioni di odori, come mostrato dalla curva RENA Pro nella figura sopra. Poiché l'ozono è un potente mezzo di ossidazione, reagisce rapidamente con le molecole odorose. Queste molecole vengono ossidate efficacemente, portando alla formazione di anidride carbonica e acqua, composti completamente inodori e innocui. Questo meccanismo di ossidazione è valido sia per gli odori dei composti organici, come i COV, sia per i composti dello zolfo, come H 2 S, come mostrato di seguito.
L'unica differenza è la formazione di biossido di zolfo (SO 2 ) invece di biossido di carbonio (CO 2 ) quando viene rimosso H 2 S. Tuttavia, il risultato finale in termini di rimozione degli odori è lo stesso, poiché la soglia degli odori di SO 2 è 1000 superiore a quella di H 2 S. Ciò significa che l'odore di SO 2 non è significativo rispetto a quello di H 2 S.

Soluzione a due stadi - AOP

Se i requisiti per la rimozione degli odori sono particolarmente severi, è possibile combinare uno stadio aggiuntivo con RENA Pro, creando una soluzione AOP (Advanced Oxidation Process). Un reattore UV viene spesso implementato come stadio aggiuntivo, poiché la luce UV reagisce con l'ozono, creando radicali idrossilici. Questi radicali stanno reagendo ancora di più dell'ozono, attaccando gli odori in modo più aggressivo. Avere i radicali coinvolti nel meccanismo di reazione provoca un meccanismo di reazione a catena, quindi un singolo radicale può ossidare un elevato numero di odoranti.

Tali condizioni reattive sono tipiche delle alte temperature raggiunte negli inceneritori termici. Tuttavia, a causa della sinergia tra ozono e UV, possiamo imitare la stessa reattività a temperatura ambiente, riducendo notevolmente i costi operativi per il trattamento degli odori.

Soluzione completa

Per risultati eccellenti in termini di rimozione degli odori, raccomandiamo la nostra soluzione completa, che include lo stadio AOP e i nostri filtri Nodora. La soluzione completa combina tutti i vantaggi e le sinergie delle soluzioni precedenti con i miglioramenti aggiunti dallo stadio Nodora. Questa fase è un filtro catalitico a letto misto composto da diversi materiali su misura, finalizzato a massimizzare la rimozione degli odori da ciascuna fonte particolare.

L'aggiunta della fase Nodora nel processo ha due impatti significativi. Inizialmente, la rimozione degli odori viene ulteriormente aumentata, raggiungendo valori molto vicini alla rimozione completa degli odori. Inoltre, le dimensioni del sistema sono più compatte, poiché il trattamento degli odori mirato viene raggiunto con un tempo di reazione più breve. Ciò significa che una soluzione completa è modulare e flessibile, con la possibilità di essere installata anche in luoghi in cui lo spazio è limitato.